Pet Therapy

Curarsi con gli animali: i cuccioli di Mamatilda

Non occorre essere malati o attraversare un momento di crisi per godere degli effetti benefici che la compagnia di un cane può avere sul nostro equilibrio psicologico e sulla nostra salute fisica. È infatti comprovata la loro efficacia per tutte le fasce della popolazione e in particolare per bambini e anziani. 
cucciolo in mano

Il bambino e il cane

La compagnia di un cane per un bambino, in particolare a partire dall'età scolare, ha benefici notevoli sul piano psicologico e dello sviluppo emozionale e cognitivo. L'interazione quotidiana e il gioco con il suo amico a quattro zampe permettono al bambino di imparare a riconoscere le emozioni e le esigenze degli altri, a sviluppare il senso di responsabilità, a confrontarsi in modo positivo con il mondo esterno e le persone estranee. I cani aiutano anche a migliorare la propria autostima. Tutto questo è possibile ma, naturalmente, è necessario che i genitori svolgano il loro ruolo nell'impostare una relazione corretta tra il cane, il bambino e tutti gli altri membri della famiglia. Sta infatti ai genitori introdurre il cane nel gruppo come una creatura da amare e da rispettare ma che deve rivestire un ruolo ben specifico (deve saper rispettare delle regole e comportarsi in modo adatto alla vita nella nostra società). Il bambino deve imparare dai genitori come gestire un rapporto basato sulla coerenza, la correttezza e l'affetto nel rispetto reciproco. Se il cane viene trattato in modo scorretto, per esempio lasciandolo a lungo da solo e trascurando gli effetti negativi che questo ha sul suo comportamento, oppure permettendogli di fare tutto ciò che vuole o accettando continue eccezioni alle regole, il beneficio per il bambino viene significativamente ridotto e il cane diventa solo un supporto emotivo e affettivo.

Amico degli anziani

In un'epoca in cui l'età media continua a crescere, il supporto che i cani possono dare agli anziani non è ancora stato apprezzato in tutto il suo valore.  Il cane, per una persona di una certa età (in particolare se si trova a vivere sola), rappresenta non solo un notevole supporto affettivo ma anche uno stimolo ad affrontare la vita. Uno dei problemi più diffusi tra le persone anziane è la solitudine e un senso di inutilità. La presenza di un cane aiuta la persona a sentirsi utile e amata e prendersi cura dell'amico a quattro zampe, con i piccoli impegni e le grandi gratificazioni che comporta, aiuta a mantenere un rapporto costante e proficuo con il mondo esterno.

I benefici della Pet Therapy

I benefici non sono solo psicologici: chi ha un cane cammina di più, con notevoli vantaggi per i problemi cardiocircolatori, ed è stato rilevato che accarezzare un animale rallenta il battito cardiaco e abbassa la pressione, riducendo l'incidenza di varie patologie legate alla terza età. Spesso purtroppo capita che, per mancanza di informazione o sensibilità, i familiari separino la persona anziana dal suo cane, per esempio per farla andare a vivere con loro o per farla accettare in un ricovero. Il trauma di questa separazione forzata può avere effetti serissimi che dovrebbero essere sempre presi in considerazione.

Solo pro, nessun contro!

Gli anziani che possiedono un cane tendono meno a rinchiudersi in se stessi e si trovano a dover uscire quotidianamente e a entrare in contatto con altre persone (ai giardinetti, dal veterinario o anche in una semplice passeggiata igienica) mantenendo attive le proprie capacità sociali.

Entriamo in contatto per informazioni sulla Pet Therapy!

Share by: